L’Economia USA rallenta ancora nel secondo trimestre 2012

L’economia Usa, già in difficoltà nel primo trimestre del 2012, è cresciuta ancora meno nel trimestre aprile-giugno, e la maggior parte degli economisti più importanti pensa che la crescita rimarrà debole anche nella seconda parte del 2012.

Il preoccupante tasso di disoccupazione, il nervosismo dei consumatori, una produzione stagnante e una probabile ricaduta sull’economia della crisi del debito in Europa, fanno aleggiare sugli Stati Uniti lo spettro di una recessione. Domani il governo statunitense diffonderà le stime ufficiali sulla crescita e secondo una ricerca della FactSet, la crescita è in rallentamento con un tasso del 1,5%.

La crescita è necessaria per alimentare la domanda di occupazione. Gli economisti concordano sul fatto che il 2% di crescita annuale dovrebbe apportare  circa 90.000 posti di lavoro al mese. Troppo pochi per far scendere il tasso di disoccupazione, che è fermo al 8,2 per cento.

Annunci